Observing the present

Prima che tutto questo accadesse stavo lavorando all’inizio di alcuni progetti che ad oggi riguardano i settori che probabilmente ripartiranno più tardi.
Sto sfruttando gran parte del tempo a disposizione per riprogrammare tutto, per diversificare qualora fosse necessario.
È davvero stressante a volte non sapere quando si potrà ricominciare a fare.
Fra le cose positive che però noto, sentendo anche i miei amici sparsi per il Mondo, è che si sta ritrovando uno strano senso di unione fra popoli, come se improvvisamente ci sia più consapevolezza di quanto uguali, a tratti fragili, siamo, tutti.
Questo è un ottimo punto di partenza per il futuro, per qualsiasi progetto.
La sinergia fra popoli è fra le più grandi bellezze che il Mondo è capace di offrirci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*