Yes, travel! (Capitolo III)

Alcune delle foto di viaggio che ricordo con più gioia le ho scattate in movimento, in auto, fra lunghe giornate di spostamenti.
Spesso è quasi scontato approfittare dei viaggi in auto per dormire e recuperare ore di sonno, ma credo che per quanto mi riguarda questa sia fra le cose più difficili da fare.

Un bambino che a fatica si aggrappa al padre, in moto.


Son sempre lì, vigile, guardo la strada, le persone che passano e i paesaggi che spesso cambiano.
Osservo anche se per un solo secondo, la quotidianità di qualcuno e incrocio sguardi che a volte colleziono nella mia mente per ore, giorni, settimane.
Nel tempo ho capito che bisogna beneficiare di ogni secondo a disposizione, che bisogna viversi i momenti, le situazioni, anche se queste possono sembrare scontate, banali.

Turchia, direzione Kayseri.


Quindi per aiutare la mia memoria, scatto foto, foto che possono sembrare banali e scontate come quei momenti, ma che credetemi, finiscono per non esserlo mai.

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*